Vini DOCG Campani

Greco di Tufo, un rosso vestito da bianco.

Il Greco di Tufo, così come il Fiano di Avellino, solo da pochi anni ha ottenuto la DOCG. E’ un vino bianco, che pur mantenendo inalterati profumi freschi e briosi, ha una sua compattezza tanto da definirlo “un rosso vestito da bianco”.

Non è raro imbattersi una bottiglia di 13 gradi di Greco di Tufo,  anche se la gradazione media si aggira sui 12 gradi.

Il vitigno fu portato in Irpinia dalla Grecia ed attecchi nei territori dei comuni di Altavilla Irpina, Chianche, Tufo dal quale prende il nome appunto Greco di Tufo,  Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni.

Solo i vitigni coltivati in questi otto comuni possono dare luogo a questo vino con la DOCG.

L’abbinamento ideale è con i crostacei e con formaggi giovani, data la caratteristica di essere un bianco con forte persistenza.

Da qualche anno, il vitigno viene utilizzato anche per dare vita a prodotti spumantizzati per antipasti ed aperitivi.

Sono numerose le aziende vinicole avellinesi che lo producono anche se con l’ottenimento della DOCG il prezzo al pubblico è di fatto raddoppiato, sebbene la qualità sia rimasta inalterata e sempre di altissimo livello.

Il costo di una bottiglia di Greco di Tufo varia dai 12 euro ai 30 euro.